La nuova funzione Prova colore (Soft proofing) di Lightroom 4 – prima parte

La prova colore (in inglese soft proofing) è quella funzione che permette di simulare l’aspetto di un’immagine una volta stampata e di mostrarlo sul monitor. In Lightroom 4 è stata finalmente introdotta questa comoda funzionalità che in Photoshop è presente fin dalla versione 6.0. In questa prima parte dell’articolo dedicato a questa funzione ne vediamo le principali caratteristiche.

01 lightroom sviluppo prova colore monitor soft proofing profilo stampa stampante intento rendering

Inizialmente pensavo di scrivere un singolo articolo di introduzione a questa funzionalità. In seguito mentre lo scrivevo mi sono reso conto che la quantità e l’importanza degli argomenti richiedeva un maggiore approfondimento e un singolo articolo sarebbe diventato probabilmente molto lungo e noioso. Ho deciso quindi di creare due articoli: quello di oggi è essenzialmente un’introduzione a questa nuova funzionalità, con un minimo di background per chi è nuovo a questo argomento. Venerdì pubblicherò la seconda parte in cui vediamo nel dettaglio come utilizzare questa nuova funzione per migliorare le proprie immagini prima di stamparle o esportarle in JPEG.

A cosa serve la prova colore o soft proofing?

Lo scopo di questo strumento è quello di fornire una simulazione di come apparirà la foto una volta stampata con una ben precisa combinazione di inchiostro e carta, ovvero con un certo profilo ICC precedentemente creato.
Inoltre può tornare utile per verificare l’aspetto dell’immagine una volta esportata in spazio colore sRGB o AdobeRGB.

Se la foto presenta colori particolarmente saturi, ad esempio, questi potrebbero non essere rappresentati correttamente nella stampa con la combinazione di stampante, carta e inchiostro oppure nello spazio colore scelto.
Stampando su carta un’immagine questa perde contrasto, dal momento che il bianco della carta non è luminoso quanto il bianco del monitor.
La prova colore permette di avere un’anteprima di questo comportamento e, se necessario, di apportare regolazioni e aggiustamenti alla foto per migliorare il risultato.

La prova colore, già presente in Photoshop dalla versione 6.0, è una nuova funzionalità del modulo Sviluppo di Lightroom 4, per ora in versione beta e probabilmente presto disponibile in versione definitiva.

Come attivare la Prova colore in Lightroom 4

Selezionate la foto di cui desiderate verificare la Prova colore, quindi spostatevi nel modulo Sviluppo.

Per attivare la Prova colore avete diverse possibilità:

  • Menu Visualizza > Prova a monitor > Mostra prova colore
  • Selezionare la casella di controllo nella barra degli strumenti
  • Premere il tasto S

02 lightroom sviluppo prova colore monitor soft proofing profilo stampa stampante intento rendering

Cosa cambia nell’interfaccia di LR quando è attiva la Prova colore

Quando è attiva la Prova colore, alcuni elementi dell’interfccia di LR cambiano leggermente e ne compaiono di nuovi:

    03 lightroom sviluppo prova colore monitor soft proofing profilo stampa stampante intento rendering

  • Lo sfondo dell’area di lavoro con la foto attiva diventa bianco e compare la scritta Anteprima prova
  • Il pannello Istogramma cambia nome in Prova a monitor
  • L’istogramma stesso cambia, in funzione delle impostazioni scelte per la prova colore
  • Gli indicatori di ritaglio non indicano più Ombre e Luci della foto, ma l’avvertenza sulla gamma del monitor e della destinazione
  • Compare un nuovo pannello, Impostazioni prova colore, proprio sotto al pannello Prova a monitor

Modificare le impostazioni della Prova colore

Agendo sul pannello Impostazioni prova colore potete modificare le vostre preferenze per questo strumento.

Profilo
Permette di scegliere tra sRGB o AdobeRGB per eseguire la Prova colore su immagini che saranno esportate in JPEG. Se intendete stampare la foto, dovete scegliere il profilo ICC generato per la combinazione di stampante, carta e inchiostro scelti. Dopo aver scelto un profilo di stampa, si attiverà la funzione Simula carta e inchiostro.

04 lightroom sviluppo prova colore monitor soft proofing profilo stampa stampante intento rendering

Intento
Permette di scegliere tra intento di rendering relativo o percettivo.

Differenza di gamut tra sRGB, AdobeRGB e ProPhotoRGB

Il gamut di uno spazio colore è, in parole povere, la palette di colori rappresentabili tramite quello spazio colore. Notoriamente lo spazio colore sRGB è più ridotto rispetto all’AdobeRGB.
Grazie alla Prova colore abbiamo una dimostrazione pratica di questa differenza attivando la visualizzazione dell’Avvertenza gamma di destinazione (da Visualizza > Prova a monitor > Avvertenza gamma di destinazione o con la combinazione Shift + S).
Il profilo ProPhotoRGB è ancora più esteso dell’AdobeRGB e infatti vediamo che non ha problemi a rappresentare colori che erano fuori dal gamut di sRGB e AdobeRGB.
Quando si effettua la Prova colore con profili di visualizzazione come questi l’intento di rendering non ha alcun effetto pratico.

sRGB

05 lightroom sviluppo prova colore monitor soft proofing profilo stampa stampante intento rendering

Adobe RGB

06 lightroom sviluppo prova colore monitor soft proofing profilo stampa stampante intento rendering

ProPhotoRGB

07 lightroom sviluppo prova colore monitor soft proofing profilo stampa stampante intento rendering

Post to Twitter


Articoli simili che potrebbero interessarti:

1 comment to La nuova funzione Prova colore (Soft proofing) di Lightroom 4 – prima parte

You must be logged in to post a comment.