La versione beta pubblica di Lightroom 4 ci permette di provare in anteprima gli strumenti che troveremo poi nella versione definitiva, il cui rilascio è atteso entro pochi mesi. Ecco come cambia il pannello Base del modulo Sviluppo, forse il più importante in assoluto per il miglioramento delle immagini con Lightroom.

Versione di elaborazione 2012

02 lightroom sviluppo 4 beta pannello base guida tutorial italiano gratis gratuito

Lightroom 4 introduce una nuova Versione di elaborazione per i file RAW e DNG, chiamata 2012 rispetto alle precedenti 2010 e 2003.
La versione di elaborazione 2012 viene utilizzata automaticamente per le foto che non sono mai state processate in Lightroom o Camera Raw prima, e che quindi non hanno nessuna Versione di elaborazione selezionata nei propri metadati. Per attivare “manualmente” la Versione di elaborazione 2012 è sufficiente andare nel pannello Calibrazione fotocamera e selezionarla dal menu a tendina.

Utilizzando la Versione di elaborazione 2012 vengono anche attivati i nuovi cursori del pannello Base, uno degli strumenti più utilizzati in assoluto in Lightroom e che di solito fa parte di ogni workflow che prevede il miglioramento di una foto con Lightroom.

I nuovi controlli del pannello Base

01 lightroom sviluppo 4 beta pannello base guida tutorial italiano gratis gratuito

La Versione di elaborazione 2012 introduce nuovi cursori nel pannello Base: ora troviamo Esposizione, Contrasto, Luci, Ombre, Bianchi, Neri al posto dei vecchi cursori. Chiarezza, Vividezza e Saturazione invece sono ancora lì al loro posto.

In realtà sono state apportate modificate anche “sotto al cofano”, ad esempio al cursore Chiarezza, che ora produce effetti più gradevoli sulle immagini senza la creazione di artefatti come accadeva talvolta nella versione precedente.
Anche gli altri cursori sono ora più efficaci: i cursori Luci e Ombre ora prendono in esame il contenuto dell’immagine (content-aware) e permettono di estrarre maggiori informazioni e dettagli dai file RAW, aumentando la gamma tonale dell’immagine anche in esposizioni singole.

Bilanciamento del bianco

Come nella versione precedente.

Esposizione

Una via di mezzo tra i cursori Esposizione e Luminosità della Versione di elaborazione 2010. Controlla la luminosità globale dell’immagine ma con una maggiore attenzione alle alteluci, dove c’è il rischio di bruciare dettagli (ritaglio). Agisce in maniera lineare nella maggior parte del range dell’istogramma, tranne per le luci dove gli effetti sono più “morbidi”, evitando di ritagliare immediatamente le luci. In un certo senso è un comportamento più simile a quello della pellicola, con una maggiore resistenza al ritaglio delle luci.

Luci e Ombre

Possono essere usati per recuperare dettagli nelle luci e nelle ombre. Usandoli con valori compresi tra -50 e +50 si ottiene un recupero dei dettagli, mentre con valori maggiori possono essere simulati effetti sul genere HDR.

Bianchi e Neri

Lavorano sul ritaglio di ombre e luci. Il valore di Neri non ha più un valore predefinito uguale per tutte le immagini ma viene calcolato automaticamente per ogni immagine.

Chiarezza

Come nella versione precedente (leggi questo articolo per maggiori info). Ora questo controllo integra il nuovo algoritmo di mappatura dei toni adattivo, che preserva meglio i contorni ed evita aloni e artefatti. L’effetto sull’immagine è un pò differente e generalmente servono valori minori rispetto alla versione precedente.

Vividezza e Saturazione

Come nella versione precedente (leggi questo articolo per maggiori info).

Consigli e dritte veloci per sfruttare al meglio i nuovi controlli

03 lightroom sviluppo 4 beta pannello base guida tutorial italiano gratis gratuito

  • I nuovi controlli sicuramente richiedono qualche tempo per poter essere assimilati, soprattutto se siete abituati a lavorare da diverso tempo con Lightroom o Camera Raw. Le novità introdotte, soprattutto “sotto al cofano”, appaiono in grado di produrre immagini con una gamma tonale migliore.
  • Dimenticate tutto quello che conoscete a proposito dei cursori del pannello Base e fate finta che si tratti di un nuovo software (nella pratica è come se fosse proprio così).
  • Tutti i nuovi cursori funzionano allo stesso modo: spostandoli verso sinistra scuriscono l’immagine (o parte di essa), verso destra la schiariscono.
  • Lavorare partendo dal primo cursore in alto, Esposizione, e poi scendere modificando i cursori uno alla volta è sempre stato il metodo più corretto. Ora i cursori sono stati progettati per funzionare ancora meglio con questo workflow, perchè si adattano all’immagine e anche alle impostazioni dei cursori precedenti.
  • Mentre nella versione precedenti il cursore Esposizione poteva essere utilizzato per impostare il punto di bianco, ora dovrete utilizzarlo per impostare la luminosità dei mezzitoni.
  • Una volta impostata nel modo voluto l’esposizione dei mezzitoni, lavorate sul Contrasto, sempre con un occhio di riguardo per l’effetto sui mezzitoni. Anche se nella precedente versione non eravate abituati a usare il cursore Contrasto, ora probabilmente vi troverete a usarlo più spesso.
  • Regolate Luci e Ombre per migliorare l’illuminazione delle zone chiare e scure dell’immagine. Se superate i valori compresi tra -50 e +50 comincerete a vedere un effetto di mappatura dei toni simile all’HDR. Per questo motivo è importante impostare in modo corretto il cursore Esposizione inizialmente, per poi apportare solo piccole modifiche agli altri cursori.
  • Infine, Bianchi e Neri regolano il ritaglio dell’istogramma. Spesso non dovrete neanche usare questi cursori a meno di non voler creare effetti particolari o eccessivo contrasto nelle aree interessate.
  • Se volete bruciare le luci non dovrete più usare il cursore Esposizione come nella precedente versione, ma il cursore Bianchi spostandolo verso destra.
  • Se volete ricreare l’effetto del vecchio cursore Luce di schiarita, aumentate leggermente l’Esposizione e poi diminuite il cursore Luci per compensare.
  • In molti casi, i risultati più gradevoli derivano da un uso simmetrico (più o meno) dei cursori Luci e Ombre. Se uno dei due cursori ha un valore nettamente diverso da quello dell’altro, forse è il caso di aggiustare l’Esposizione.