Arrivati a questo punto della serie di articoli Primi Passi con Lightroom avete visto come importare le vostre foto in Lightroom, organizzarle, visualizzarle e selezionarle nel modulo Libreria e apportare miglioramenti e regolazioni grazie al modulo Sviluppo. E’ arrivato il momento di mostrare i frutti del vostro lavoro ad amici e parenti o pubblicarlo sul web. Scoprite come in questo articolo.

L’esportazione delle foto da Lightroom crea sull’hard disk dei nuovi file che sono il risultato delle regolazioni apportate nel modulo Sviluppo applicate ai file originali creati dalla fotocamera.
Durante la fase di esportazione potete scegliere in quale cartella salvare le foto, rinominarle, decidere il tipo di file (JPEG, TIFF, ecc.), la qualità e lo spazio colore, ridimensionare le foto, aumentare la nitidezza in base all’utilizzo previsto, aggiungere una filigrana personalizzata, ecc.

La grande flessibilità e comodità di questa funzione di Lightroom permette di esportare le foto al momento del bisogno e in con impostazioni differenti in base all’utilizzo che se ne farà. Ad es. si possono creare dei file JPEG più leggeri e a risoluzione ridotta per la pubblicazione sul web o l’invio tramite e-mail, TIFF a piena risoluzione e qualità per la stampa, DNG per conservare ogni informazione nei metadati, ecc.

Potete esportare le foto in qualunque momento quando vi trovate nei moduli Libreria o Sviluppo.
Selezionate le foto da esportare e andate in File > Esporta oppure fate clic sul pulsante Esporta nel modulo Libreria.

01-lightroom esportazione pulsante esporta

Nella finestra di esportazione scegliete Unità disco rigido dal menu a tendina in alto.

02-lightroom esportazione esporta unità disco rigido

Nelle impostazioni Percorso di esportazione scegliete la cartella in cui verranno salvati i file. Potete creare facilmente una sottocartella della cartella in cui si trovano i file originali scegliendo Stessa cartella della foto originale per l’opzione Esporta in, spuntando l’opzione Metti in sottocartella e scegliendo il nome della sottocartella da creare (se non esiste già). L’opzione Aggiungi a questo catalogo permette di importare le foto immediatamente dopo l’esportazione, ed eventualmente di impilarle con l’originale.

03-lightroom esportazione percorso

Nel pannello Denominazione file scegliete se modificare il nome dei file esportati. Potete anche utilizzare un modello salvato in precedenza oppure crearne uno al momento.

04-lightroom esportazione denominazione file

Il pannello Impostazioni file permette di decidere il formato con cui saranno esportate le foto, la qualità, lo spazio colore ed eventualmente la dimensione massima di ogni file. Scegliete queste impostazioni in base all’utilizzo che farete delle immagini: se saranno pubblicate sul web potete scegliere ad esempio JPEG, qualità 80, sRGB; se dovranno essere stampate allora dovete puntare sulla massima qualità: TIFF, qualità 100, spazio colore personalizzato in base alla stampante (chiedete al laboratorio di stampa).

05-lightroom esportazione impostazioni file

Le opzioni del pannello Ridimensionamento immagine vi consentono di ridimensionare le immagini durante l’esportazione, risparmiandovi quindi di doverlo fare in seguito. Potete scegliere diverse modalità, ad es. impostando larghezza e altezza massime, oppure prendendo a riferimento il lato lungo dell’immagine, o ancora scegliendo la risoluzione massima in megapixel. Questa opzione è molto utile per creare file pronti per essere pubblicati sul web: impostate dimensioni massime di 800 o 1024 pixel per il lato lungo per ridurre notevolmente la dimensione del file. Vi consiglio di mettere la spunta su Non ingrandire, per evitare che foto più piccole della dimensione impostata vengano ingrandite.

06-lightroom esportazione ridimensionamento immagine

Al momento dell’esportazione, potete applicare alle foto un algoritmo di nitidezza dell’output agendo sulle opzioni del pannello Nitidezza Output. La quantità di nitidezza applicata dipende dal supporto di output e dalla risoluzione di output specificata, e viene applicata in aggiunta alla nitidezza applicata nel modulo Sviluppo.

07-lightroom esportazione nitidezza output

Il pannello Metadati la gestione dei metadati e delle parole chiave associate alla foto esportata. L’opzione Riduci i metadati incorporati include solo i campi di metadati relativi al copyright. L’opzione Scrivi parole chiave come gerarchia Lightroom consente di utilizzare la barra verticale ( | ) per indicare le relazioni principale/secondario (ad esempio “Nomi|Maria”) nei campi relativi ai metadati.

08-lightroom esportazione metadati

Il pannello Filigrana vi permette di applicare alle foto una filigrana creata in precedenza, oppure di crearne una nuova. Per modificare una filigrana esistente o crearne una nuova accedi all’opzione Modifica filigrane… dal menu a tendina.

09-lightroom esportazione filigrana

Grazie alle opzioni del pannello Post-elaborazione potete specificare determinate azioni da eseguire come ultimo passo durante l’esportazione delle foto da Lightroom su disco: mostrare le foto in Esplora risorse (Windows) o nel Finder (Mac OS), aprirle in Photoshop, Photoshop Elements o in un’altra applicazione esterna che definirete.

10-lightroom esportazione post-elaborazione

Per avviare il processo di esportazione cliccate sul bottone Esporta in basso a destra.
Potete monitorare l’avanzamento del processo dalla finestra principale di Lightroom: al posto del timbro identità comparire un indicatore dell’avanzamento del task (processo) in corso.

11-lightroom esportazione avanzamento processo task

In questo articolo abbiamo quindi visto come creare file che contengono le regolazioni che abbiamo apportato nel modulo Sviluppo, in modo da poterle condividere con altre persone.
Nei prossimi articoli vedremo altri modi per mostrare le nostre foto: i moduli Presentazione, Stampa e Web di Lightroom ci permettono di mettere in mostra le nostre foto in modo semplice, veloce ed efficace.

Non perdetevi la serie completa di articoli “Primi Passi con Lightroom”: